di venerdì 17 novembre 2017
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Alta pressione al centro-nord ma permane l’instabilità pomeridiana sui rilievi, anche in Abruzzo

Pubblicato da Giovanni De Palma giovedì 4 giugno 2015, 7:07 | 637 letture
Inserito nella categoria Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

La nostra Penisola risulta interessata da un’area di alta pressione con massimi posizionati sull’Europa centrale e su parte delle nostre regioni centro-settentrionali, mentre sul bordo meridionale di questa vasta struttura di alta pressione, scorrono correnti provenienti dai vicini Balcani che raggiungono le nostre regioni centro-meridionali, correnti che favoriscono episodi di instabilità durante le ore centrali della giornata e nel corso del pomeriggio, specie lungo la dorsale appenninica, in estensione verso le regioni tirreniche nel tardo pomeriggio. Non cambierà di molto la situazione nelle prossime ore, mentre nella giornata di venerdì assisteremo ad un ulteriore aumento dell’instabilità anche sulla nostra Regione con formazioni nuvolose nel pomeriggio che potranno inizialmente interessare anche le zone pedemontane e alto collinari che si affacciano sul versante adriatico, per poi estendersi verso la Marsica e l’Aquilano nella seconda metà della giornata. Nei prossimi giorni, tuttavia, è previsto un ulteriore aumento delle temperature sul settore orientale della nostra Regione.

Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo sereno o poco nuvoloso ma la tendenza è verso un graduale aumento della nuvolosità sulle zone interne e montuose tra la tarda mattinata e il tardo pomeriggio, con possibilità di rovesci temporaleschi, in estensione verso Aquilano, Marsica e verso il vicino Lazio, ma in attenuazione in serata e in nottata.

Temperature: In ulteriore lieve aumento, specie nei valori massimi, soprattutto sul settore orientale.

Venti: Deboli dai quadranti orientali lungo la fascia costiera e collinare, occidentali altrove.

Mare: Quasi calmo o poco mosso.