Una nuova perturbazione atlantica attraverserà la nostra penisola nelle prossime ore e nella giornata di venerdì. Tregua nella giornata di sabato ma tra domenica e lunedì giungerà una nuova perturbazione

Sulla nostra penisola la pressione è in ulteriore diminuzione a causa dell’avvicinamento di una perturbazione atlantica, preceduta da forti venti di Libeccio, che nelle prossime ore attraverserà anche le regioni centrali e favorirà un moderato peggioramento delle condizioni atmosferiche in particolare sulle zone interne e montuose di Abruzzo e Molise, anche se le precipitazioni potranno localmente sconfinare ed interessare anche il settore adriatico soprattutto nel pomeriggio-sera. Forti venti di Libeccio (Garbino sul versante adriatico) continueranno ad interessare le nostre regioni, favorendo un temporaneo brusco aumento delle temperature soprattutto sul settore orientale e costiero, tuttavia nella giornata di venerdì la perturbazione si sposterà verso le regioni meridionali e favorirà l’ingresso di masse d’aria fredda, dirette principalmente verso il settore adriatico, dove è prevista una nuova generale diminuzione delle temperature e fenomeni di instabilità. Nella giornata di sabato assisteremo ad un temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche con ampie schiarite e venti in attenuazione, tuttavia dalla serata la nuvolosità tornerà ad intensificarsi, così come i venti occidentali che favoriranno un nuovo temporaneo aumento delle temperature sul versante adriatico nella giornata di domenica. A seguire, da lunedì, aria molto fredda in arrivo sul settore adriatico provocherà un nuovo deciso calo delle temperature e nevicate fino a bassa quota.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo nuvoloso o molto nuvoloso con schiarite nel Teramano, nel Pescarese e nel Chietino, mentre annuvolamenti consistenti interesseranno il settore occidentale, dove sono attesi rovesci in intensificazione, nevosi al disopra dei 1300-1500 metri, specie sui rilievi che si affacciano ad ovest. Dalla tarda mattinata le precipitazioni tenderanno ad intensificarsi sulla Marsica, nell’Aquilano e sull’Alto Sangro e nel pomeriggio non si escludono rovesci in sconfinamento verso il settore adriatico, accompagnati da forti venti di Libeccio (Garbino sul versante adriatico), con raffiche localmente superiori ai 70-90 Km/h, specie sulle zone pedecollinari e nelle principali valli che si affacciano sul versante adriatico. Da stasera venti in graduale attenuazione e nuvolosità in aumento sul versante adriatico con temperature in calo.

Temperature: In temporaneo brusco aumento sul versante adriatico, in diminuzione da stasera e nella giornata di venerdì.

Venti: Moderati o forti dai quadranti sud-occidentali con Garbino sul versante adriatico e raffiche localmente superiori ai 70-90 Km/h, specie nel pomeriggio, in particolare sulle zone pedecollinari e nelle principali valli che si affacciano sul versante adriatico.

Mare: Mosso o molto mosso, localmente poco mosso sottocosta.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L2

Lascia un commento

error: Content is protected !!