Passata la perturbazione il tempo sarà caratterizzato da diffusa instabilità a causa dell’arrivo di masse d’aria fredda che favoriranno anche un progressivo calo delle temperature

Dopo il transito della perturbazione che, nella giornata di ieri, ha determinato condizioni di maltempo con precipitazioni diffuse sulle zone tirreniche ed appenniniche e forti venti di Libeccio su gran parte delle nostre regioni centro-meridionali, il tempo è migliorato ma permarranno condizioni di instabilità a causa dell’arrivo di masse d’aria fredda che, dalla Francia, si estenderanno gradualmente verso la nostra penisola a partire dalle prossime ore e nei prossimi giorni, favorendo un deciso aumento dell’instabilità anche sulle nostre regioni centrali e un generale calo delle temperature. Lo scorrimento dell’aria fredda sui nostri mari occidentali darà luogo alla formazione di corpi nuvolosi che raggiungeranno la nostra penisola e daranno luogo a fenomeni di instabilità sulle regioni tirreniche, sulle zone interne della nostra regione, sul Molise e sulla Puglia. Inoltre, a partire da stasera-notte, l’arrivo di masse d’aria fredda favorirà un graduale calo della quota neve e aumenterà la probabilità di assistere a nevicate anche a L’Aquila e Avezzano in particolare, tuttavia non si escludono nevicate anche a Sulmona tra giovedì e venerdì. Tra venerdì e domenica, inoltre, il peggioramento si estenderà verso il settore adriatico e le precipitazioni tenderanno ad intensificarsi anche lungo la fascia costiera e collinare con rovesci diffusi e nevicate in calo fino a quote collinari, specie nel Pescarese e nel Teramano: si tratta, tuttavia, di una tendenza da confermare nei prossimi aggiornamenti.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso nel Teramano, nel Pescarese e nel Chietino con ampie schiarite nel corso della mattinata, mentre annuvolamenti consistenti continueranno ad interessare la Marsica, l’Aquilano e l’Alto Sangro con possibili rovesci sparsi, nevosi sui rilievi al disopra dei 1000-1200 metri. Tra la tarda mattinata e il pomeriggio è previsto un nuovo peggioramento sulla Marsica, nell’Aquilano, sull’Alto Sangro, sulle zone montuose e sul vicino Molise con rovesci diffusi e nevicate in calo intorno ai 700-900 metri entro la serata, rovesci che potranno estendersi anche verso il settore adriatico e lungo le aree costiere nel pomeriggio-sera. Temporaneo miglioramento nelle prime ore della mattinata di giovedì ma le temperature subiranno un ulteriore calo e il tempo tornerà a peggiorare entro la serata.

Temperature: In diminuzione, anche sensibile sul settore occidentale della nostra regione a partire da stasera-notte.

Venti: Moderati dai quadranti sud-occidentali con rinforzi sulle zone montuose e sul versante adriatico. Probabile Garbino sul versante adriatico ma da stasera i venti tenderanno temporaneamente ad attenuarsi.

Mare: Generalmente mosso o molto mosso.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!