Le nostre regioni centro-settentrionali continueranno ad essere interessate da condizioni di instabilità fino a domenica. Da lunedì torna il tempo stabile con temperature in generale aumento

La nostra penisola continua ad essere interessata dall’arrivo di masse d’aria umida di origine atlantica che mantengono attive condizioni di instabilità su gran parte delle nostre regioni centro-settentrionali, dove anche in queste ultime ore si sono formati sistemi temporaleschi di forte intensità che hanno poi interessato anche il settore adriatico. Nelle prossime ore la situazione tenderà a migliorare sulle regioni centrali, tuttavia il continuo afflusso di correnti umide di origine atlantica potranno favorire lo sviluppo di addensamenti e di nuovi rovesci al nord e lungo la dorsale appenninica, con fenomeni in estensione verso il settore adriatico: si tratta di una situazione nella quale è impossibile prevedere l’esatta localizzazione geografica dei fenomeni, tuttavia nuovi addensamenti potranno formarsi al centro-nord e sul settore adriatico nelle prossime ore. Inoltre, a causa dello spostamento verso levante di una vasta figura di bassa pressione attualmente posizionata sulle Isole Britanniche, masse d’aria fresca si estenderanno verso la nostra penisola e determineranno un generale calo delle temperature su gran parte delle nostre regioni, specie al centro-nord, con un possibile peggioramento tra sabato e domenica, specie sull’Adriatico centro-settentrionale e lungo la dorsale appenninica. Successivamente, alla base dei dati attuali, a partire da lunedì sembra probabile la rimonta di un promontorio di alta pressione di matrice nord africana che determinerà un generale miglioramento delle condizioni atmosferiche e un sensibile aumento delle temperature su gran parte delle nostre regioni.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo nuvoloso o molto nuvoloso con rovesci, anche a carattere temporalesco, più probabili, al primo mattino, nel Pescarese, nel Chietino, nell’Aquilano, sulla Valle Peligna e sull’Alto Sangro, in spostamento verso il vicino Molise. Schiarite sono attese nel corso della mattinata, tuttavia nuovi addensamenti potranno manifestarsi sulle zone montuose e sul versante adriatico con possibili occasionali rovesci, anche a carattere temporalesco, in attenuazione entro la tarda serata. Nel corso del pomeriggio-sera, inoltre, è previsto un nuovo rinforzo dei venti di Libeccio con probabile Garbino sul versante adriatico: non si escludono forti raffiche sulle zone pedecollinari con temperature in temporaneo brusco aumento.

Temperature: Stazionarie o in lieve diminuzione, tuttavia nel tardo pomeriggio-sera non è da escludere la possibilità di un temporaneo brusco aumento sul settore adriatico.

Venti: Orientali lungo la fascia costiera, occidentali sulle zone interne e montuose. Dal tardo pomeriggio tenderanno a disporsi dai quadranti occidentali/sud-occidentali con probabile Garbino sul versante adriatico e forti raffiche sulle zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico.

Mare: Poco mosso o mosso con moto ondoso in aumento in mattinata e durante le ore centrali della giornata.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!