L’intensa perturbazione si sposta al meridione e favorirà un deciso rinforzo dei venti di Grecale su gran parte delle regioni centrali. Da metà settimana torna l’alta pressione, specie al centro-nord

La nostra penisola è interessata dal transito di una perturbazione di origine nord atlantica sospinta da masse d’aria fredda di origine polare marittima che, in queste ultime ore, ha determinato un calo delle temperature e un peggioramento delle condizioni atmosferiche anche sulle nostre regioni, dove è tornata a cadere la neve fino a quote molto basse, specie sulle Marche e sull’Abruzzo. Nelle prossime ore la perturbazione scivolerà velocemente verso le regioni meridionali e il settore ionico, favorendo l’approfondimento di un vortice depressionario che richiamerà venti di Grecale su gran parte delle nostre regioni. Tra martedì e mercoledì, inoltre, un nuovo veloce impulso di aria fredda proveniente dai vicini Balcani si estenderà verso le nostre regioni settentrionali, favorendo un nuovo calo delle temperature, tuttavia gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici evidenziano un nuovo probabile generale miglioramento delle condizioni atmosferiche a causa dell’espansione di una vasta area di alta pressione in rinforzo sull’Europa occidentale che, alla base dei dati attuali, si estenderà anche verso la nostra penisola.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni di cielo nuvoloso o molto nuvoloso con annuvolamenti consistenti sulle zone montuose e sulle zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico, con possibilità di precipitazioni, nevose al disopra dei 400-600 metri, localmente a quote più basse nel Teramano, con possibili precipitazioni nevose anche nell’Aquilano e sull’Alto Sangro. Nel corso della giornata è previsto un generale rinforzo dei venti di Grecale con locali forti raffiche lungo la fascia costiera e sulle zone collinari prossime alla costa. Situazione in lento miglioramento da martedì ma continueranno a soffiare forti venti di Grecale per gran parte della giornata, con annuvolamenti sulle zone montuose e pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico, mentre schiarite saranno possibili lungo le aree costiere e sulla Marsica.

Temperature: Generalmente stazionarie ma al disotto delle medie stagionali. Un graduale aumento è previsto lungo la fascia costiera e sulle zone collinari prossime alla costa nel corso della mattinata.

Venti: Inizialmente deboli dai quadranti settentrionali, in rinforzo nel corso della mattinata. Possibili forti raffiche lungo la fascia costiera e sulle zone collinari.

Mare: Generalmente mosso o molto mosso con moto ondoso in ulteriore aumento nel corso della giornata. Possibili mareggiate, attenzione.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!