Marcata instabilità al centro-sud nelle prossime ore con venti in rinforzo soprattutto nella seconda metà della giornata. Sabato giungeranno masse d’aria fredda che determineranno un sensibile calo termico

La nostra penisola continua ad essere interessata da correnti umide ed instabili provenienti dal Mediterraneo occidentale che, nella giornata di ieri e in queste ultime ore, hanno favorito lo sviluppo di intense cellule temporalesche che hanno dato luogo anche ad eventi alluvionali, in particolare nelle Marche, con oltre 300 mm di pioggia caduti in pochissimo tempo. In nottata i temporali hanno interessato anche le restanti regioni centrali, specie l’Abruzzo e il Molise, con fenomeni in spostamento verso la Puglia, la Campania e la Basilicata nelle prossime ore. A seguire, nel pomeriggio-sera, a causa dell’avvicinamento di una perturbazione di origine nord atlantica, è previsto un progressivo rinforzo dei venti di Libeccio su gran parte delle nostre regioni centrali dove tornerà a soffiare il Garbino, localmente in maniera impetuosa, con raffiche intorno ai 70-90 Km/h, specie sulle zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico. Nella giornata di sabato masse d’aria fredda raggiungeranno le regioni settentrionali e determineranno un marcato peggioramento delle condizioni atmosferiche dapprima al nord, in particolare sul settore nord-orientale, con venti che tenderanno a rinforzare e a provenire dai quadranti settentrionali, probabili forti temporali sul settore nord-orientale e sull’Adriatico settentrionale, in discesa verso la Romagna, le Marche e la nostra regione entro il tardo pomeriggio, con forti raffiche di vento e temperature in generale diminuzione, anche sensibile sul versante adriatico. Si tratterà di un peggioramento piuttosto veloce a cui farà seguito un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche nella giornata di domenica, anche se le temperature si porteranno ben al disotto delle medie stagionali su gran parte delle nostre regioni.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso con annuvolamenti consistenti sulle zone interne, montuose, nel Chietino e nel Pescarese, dove non si escludono nuovi rovesci, anche a carattere temporalesco. Ampie schiarite nel corso della giornata, specie sul settore adriatico, mentre nel corso del pomeriggio-sera è previsto un nuovo rinforzo dei venti di Libeccio con probabile Garbino sul versante adriatico, con raffiche localmente superiori ai 70-90 Km/h, specie sulle zone pedecollinari che si affacciano sul versante adriatico. Annuvolamenti torneranno a manifestarsi sulle zone interne e sul settore occidentale. Nella giornata di sabato masse d’aria fredda raggiungeranno la nostra regione tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio: attesi annuvolamenti e possibili rovesci, anche a carattere temporalesco, ma soprattutto è previsto un deciso ed improvviso rinforzo dei venti di Tramontana e di Maestrale con violente raffiche di vento lungo la fascia costiera e collinare: a tal proposito si sconsiglia di uscire in mare con piccole imbarcazioni, a partire dalla tarda mattinata di sabato.

Temperature: In temporaneo brusco aumento nel corso della giornata, specie dal pomeriggio-sera. Una generale diminuzione è prevista nella seconda metà della giornata di sabato.

Venti: Moderati dai quadranti occidentali o sud-occidentali sulle zone interne e montuose, in ulteriore rinforzo nel pomeriggio-sera, con probabile Garbino sul versante adriatico e probabili forti raffiche.

Mare: Poco mosso o mosso con moto ondoso in aumento. Attenzione alla giornata di sabato: moto ondoso in deciso aumento dalla tarda mattinata e nel primo pomeriggio.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!