Residua instabilità nelle prossime ore ma temperature ancora al disotto delle medie

La nostra Regione continua ad essere interessata da un flusso di correnti molto fredde di origine artica che, in queste ultime ore, ha favorito rovesci diffusi, a prevalente carattere nevoso, soprattutto sul versante orientale della nostra Regione e sulla Valle Peligna. Nelle prossime ore la situazione tenderà gradualmente a migliorare, anche se in mattinata insisteranno annuvolamenti sul settore orientale e costiero con possibili rovesci nevosi, fino in pianura, ma la tendenza è verso un ulteriore miglioramento, soprattutto dalla seconda metà della giornata. Una nuova perturbazione atlantica raggiungerà le regioni meridionali nella giornata di martedì, provocando, con tutta probabilità, nevicate su basso Lazio e Campania, anche in pianura. Da monitorare, infine, un possibile nuovo peggioramento nella giornata di venerdì, a causa dell’arrivo di masse d’aria fredda provenienti dai vicini Balcani: vedremo. L3
Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo nuvoloso con annuvolamenti consistenti sul settore orientale e costiero con possibili rovesci di neve, localmente anche intensi lungo la fascia costiera, occasionalmente a carattere temporalesco. La tendenza è verso un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche, più probabile dalla seconda metà della giornata. Gelate diffuse, specie durante le ore serali, notturne e al primo mattino: a tal proposito si raccomanda prudenza per la presenza di tratti stradali ghiacciati, attenzione.
Temperature: In diminuzione, specie nei valori minimi.
Venti: Deboli o moderati dai quadranti settentrionali con residui rinforzi sul settore orientale.
Mare: Molto mosso o agitato.

error: Content is protected !!