La giornata odierna trascorrerà all’insegna del tempo stabile ma non mancheranno annuvolamenti, mentre nella giornata di domenica è atteso un marcato peggioramento delle condizioni atmosferiche

Rispetto alla giornata di ieri la situazione meteorologica è decisamente migliorata anche se, in queste ultime ore, sono tornati a a manifestarsi annuvolamenti, ma si tratta di nubi prevalentemente alte e stratificate che non producono precipitazioni di rilievo. Nelle prossime ore, dunque, saranno presenti annuvolamenti alternati ad ampie schiarite, più probabili dalla tarda mattinata, mentre nel pomeriggio saranno possibili addensamenti consistenti a ridosso dei rilievi, dove non si escludono occasionali precipitazioni, in attenuazione in serata e in nottata. Un temporaneo miglioramento è atteso nella giornata di sabato, mentre successivamente, a partire dalle prime ore della giornata di domenica assisteremo ad un deciso peggioramento delle condizioni atmosferiche, a causa dell’arrivo di un nucleo di aria fredda di origine nord atlantica che si spingerà verso le regioni centro-meridionali, favorendo un deciso aumento dell’instabilità dapprima al nord e, successivamente, sulle regioni centro-meridionali, dove sono attesi rovesci diffusi, manifestazioni temporalesche anche di forte intensità e venti settentrionali in rinforzo, con temperature in generale diminuzione. In particolare tra il pomeriggio-sera di domenica e le prime ore della giornata di lunedì saranno possibili precipitazioni diffuse, intense e persistenti su gran parte del settore centro-orientale della nostra regione, una situazione particolarmente insidiosa, da monitorare nei prossimi aggiornamenti. Gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici, inoltre, mostrano una certa persistenza dell’instabilità anche nei primi giorni della prossima settimana, a causa dell’ingresso di nuovi impulsi di aria fredda provenienti dall’Europa settentrionale che, se confermati, favoriranno un ulteriore calo delle temperature e il ritorno della neve sui nostri rilievi a quote localmente inferiori ai 1000-1200 metri. Si tratta, ovviamente, di una tendenza da confermare nei prossimi aggiornamenti.

Immagine all’infrarosso ricevuta dal satellite NOAA-19 intorno alle 06.20

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso per la presenza di nubi alte e stratificate che non produrranno fenomeni di rilievo; dalla tarda mattinata assisteremo ad ampie schiarite, ad iniziare dal settore occidentale, in estensione verso le restanti zone anche se, nel pomeriggio, non si escludono nuovi addensamenti a ridosso dei rilievi, localmente associati a precipitazioni sparse, specie sulle zone montuose e pedemontane che si affacciano sul versante adriatico, in attenuazione in serata e in nottata. Un temporaneo miglioramento è previsto nelle prime ore della mattinata di sabato, tuttavia dalla serata è atteso un progressivo aumento dell’instabilità.

Mappa relativa alle anomalie di temperatura prevista nei primi giorni della prossima settimana. Notevole la differenza rispetto alle medie stagionali: atteso un sensibile calo termico e il ritorno della neve sui nostri rilievi, specie tra lunedì e martedì. Tempo instabile e a tratti perturbato domenica. FONTE WXCHARTS.COM

Temperature: Generalmente stazionarie con tendenza a lieve graduale aumento, specie nella seconda metà della giornata.

Venti: Deboli occidentali sulle zone montuose, orientali lungo la fascia costiera e collinare.

Mare: Poco mosso o localmente mosso con moto ondoso in graduale attenuazione.

Lascia un commento

error: Content is protected !!