di venerdì 20 luglio 2018
AbruzzoMeteo, il primo quotidiano on-line abruzzese dedicato alla Meteorologia. Direttore e Previsore: Giovanni De Palma.
Rubriche a cura dello Staff AbruzzoMeteo: Giuseppe Petricca, Paolo Serafini, Sergio Sprecacenere, Marco Bozzelli. Progetto, Realizzazione e Ufficio Stampa: Gilberto Di Nicola

Prosegue il tempo instabile con rovesci. Temperature e quota neve in lieve calo

Pubblicato da Giovanni De Palma martedì 20 febbraio 2018, 6:45 | 2,396 letture
Inserito nella categoria Allerte, Previsioni per oggi | Condividi su Facebook

Come annunciato nei precedenti aggiornamenti, la nostra penisola continua ad essere interessata da una blanda circolazione depressionaria posizionata sulle regioni centro-meridionali, che determina condizioni di instabilità su gran parte delle nostre regioni, Abruzzo compreso, dove è presente nuvolosità diffusa, associata a rovesci, generalmente di debole intensità, nevosi al disopra dei 600 metri. Rispetto ai giorni scorsi è tornata a cadere la neve a L’Aquila, complice la diminuzione delle temperature avvenuta nella giornata di ieri e, nelle prossime ore, saranno possibili nuove nevicate sul settore occidentale ed anche sulle zone montuose e pedemontane che si affacciano sul versante adriatico, al disopra dei 600-700 metri. A partire da stasera assisteremo, tuttavia, ad una graduale intensificazione delle precipitazioni, a causa dell’arrivo di un impulso di aria fredda proveniente dall’Europa centrale che rinvigorirà la blanda circolazione depressionaria presente al momento sulla nostra penisola: di conseguenza, a partire da stasera-notte e nel corso della giornata di mercoledì, assisteremo alla formazione di nuovi sistemi nuvolosi che risaliranno il settore adriatico, determinando una progressiva intensificazione delle precipitazioni in particolar modo sul settore centro-orientale della nostra regione, con nevicate al disopra dei 600-700 metri, in graduale lieve rialzo intorno ai 700-900 metri entro la serata-nottata e la giornata di giovedì, a causa del richiamo di masse d’aria più mite provenienti dai quadranti meridionali. Temporanea attenuazione dei fenomeni nella giornata di giovedì ma da monitorare un probabile nuovo intenso peggioramento atteso nella giornata di venerdì: vedremo. L1

Aggiornamento relativo all’arrivo dell’ondata di gelo proveniente dall’artico russo: gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici evidenziano una traiettoria più settentrionale del gelo che, se confermata, colpirà soprattutto l’Europa centro-orientale e, marginalmente, le nostre regioni settentrionali, in particolar modo l’arco alpino a partire dal weekend e nei primi giorni della prossima settimana. Si tratta, ovviamente, anche questa di una tendenza da confermare nei prossimi giorni.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo da nuvoloso a coperto con precipitazioni estese, generalmente deboli, localmente di moderata intensità, nevose al disopra dei 600-700 metri, specie sul settore occidentale, sulle zone montuose e pedemontane che si affacciano sul versante adriatico: previste ancora deboli nevicate a L’Aquila e Avezzano. Da stanotte è prevista una progressiva intensificazione dei fenomeni sul settore centro-orientale e lungo la fascia costiera dove sono attesi rovesci diffusi, localmente anche di moderata intensità, nevosi al disopra dei 600-700 metri; precipitazioni meno intense sul settore occidentale ma risulteranno a carattere nevoso al disopra dei 600 metri.

Temperature: In ulteriore lieve diminuzione.

Venti: Deboli dai quadranti settentrionali.

Mare: Generalmente mosso.