L’arrivo di masse d’aria umida dal Mediterraneo occidentale e la ritirata dell’alta pressione favoriranno annuvolamenti e possibili precipitazioni su gran parte delle regioni centrali

La progressiva attenuazione dell’alta pressione su gran parte della nostra penisola ha favorito l’arrivo di masse d’aria umida, provenienti dal Mediterraneo occidentale, che hanno provocato la formazione di annuvolamenti su gran parte delle nostre regioni e precipitazioni sparse. Nelle prossime ore la nuvolosità risulterà più compatta sul versante tirrenico e sulle zone appenniniche, dove non si escludono precipitazioni sparse, in estensione verso le Marche e verso la nostra regione nel corso delle prossime ore. In nottata e nella giornata di giovedì saranno possibili ampie schiarite, anche sulle regioni centrali, tuttavia gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici confermano l’arrivo di perturbazioni atlantiche tra Natale e la giornata di Santo Stefano, con venti occidentali in rinforzo, tempo in peggioramento sui settori appenninici e probabile Garbino sul settore adriatico di Marche, Abruzzo e Molise; inoltre anche nei prossimi giorni assisteremo all’arrivo di nuove perturbazioni atlantiche che continueranno ad estendersi verso la nostra penisola almeno fino alla fine del mese.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo da nuvoloso a coperto con possibili deboli precipitazioni a carattere sparso sulla Marsica, nell’Aquilano, sulla Valle Peligna e sulle zone montuose, nevose sui rilievi al disopra dei 1000-1300 metri. Tra la tarda mattinata e il tardo pomeriggio le precipitazioni, a carattere sparso, potranno estendersi anche sul versante adriatico ed interessare in particolare il Teramano e il Pescarese. Dalla tarda nottata e nella giornata di giovedì la nuvolosità tenderà gradualmente, ma temporaneamente, ad attenuarsi, in attesa dell’avvicinamento di un nuovo sistema nuvoloso nella giornata della Vigilia.

Temperature: Generalmente stazionarie.

Venti: Deboli di direzione variabile o settentrionali, specie lungo la fascia costiera.

Mare: Poco mosso o localmente mosso.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!