L’Italia continua ad essere interessata dal transito di masse d’aria fresca in quota provenienti dall’Europa centrale che mantengono attive condizioni di instabilità, in graduale attenuazione nel fine settimana

La nostra penisola continua ad essere protetta da un promontorio di alta pressione di matrice nord africana che si estende su gran parte dell’Europa occidentale e sul Mediterraneo occidentale, tuttavia sul bordo settentrionale e orientale dell’alta pressione scorrono masse d’aria fresca che raggiungono la nostra penisola e favoriscono condizioni di instabilità che si manifestano soprattutto durante le ore pomeridiane e in serata. Anche nelle prossime ore, dunque, pur con minor frequenza rispetto a ieri, torneranno a svilupparsi addensamenti lungo la dorsale appenninica con rovesci e possibili temporali, più probabili sulle zone interne e montuose. Un nuovo impulso di aria fresca in discesa dall’Europa centrale raggiungerà le nostre regioni centro-meridionali tra stanotte e le prime ore della mattinata di venerdì e potrà favorire annuvolamenti e rovesci anche sul settore adriatico di Marche e Abruzzo, mentre dalla tarda mattinata e nel corso del pomeriggio i temporali torneranno ad interessare le zone interne e montuose. Successivamente, nel fine settimana, l’instabilità tenderà progressivamente ad attenuarsi a causa dell’espansione dell’alta pressione verso la nostra penisola dove, di conseguenza, è atteso un ulteriore aumento delle temperature, specie da domenica e nei primi giorni della prossima settimana.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso con annuvolamenti al mattino nell’Aquilano, sulla Marsica e sull’Alto Sangro, in temporanea attenuazione nel corso della mattinata. Nel pomeriggio torneranno a formarsi addensamenti consistenti a ridosso dei rilievi con possibilità di rovesci e manifestazioni temporalesche, più probabili nell’Aquilano, sull’Alto Sangro, in spostamento verso l’Alto Molise. Tra stanotte e le prime ore della mattinata di venerdì non si escludono annuvolamenti e possibili rovesci, ad iniziare dalle vicine Marche, in estensione verso la nostra regione; temporali che torneranno, successivamente, ad intensificarsi sulle zone interne e montuose nel pomeriggio-sera.

Temperature: Generalmente stazionarie o in lieve aumento, specie nei valori massimi.

Venti: Deboli orientali lungo la fascia costiera e collinare, occidentali altrove.

Mare: Generalmente quasi calmo o poco mosso con moto ondoso in lieve aumento durante le ore centrali della giornata.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!