L'Anticilone perde forza: deboli corpi nuvolosi raggiungono l'Italia. E in Scozia arriva l'ex Uragano Katia

L’Italia continua ad essere interessata, da diversi giorni ormai, da una vasta area di alta pressione che, tuttavia, nel corso delle prossime ore tenderà ad attenuarsi, soprattutto in quota, a causa dell’arrivo di deboli infiltrazioni di aria umida di origine atlantica che, nel corso delle prossime ore, potranno dar luogo ad occasionali fenomeni di instabilità anche sulla nostra Regione, in particolar modo sulle zone interne e montuose. Le temperature, pur in lieve diminuzione rispetto alla giornata di ieri, risulteranno ancora piuttosto elevate e al disopra delle medie stagionali su gran parte della nostra Penisola e, sulla nostra Regione, continuerà a fare ancora piuttosto caldo con valori massimi superiori ai +30°C, specie nelle principali valli della nostra Regione. Meno calde ma più afose le località costiere. Poche novità per quel che riguarda la tendenza nei prossimi giorni, l’Italia continuerà ad essere interessata da un’area di alta pressione che, tuttavia, rispetto ai giorni scorsi, risulterà più debole in quota e ciò favorirà lo sviluppo di annuvolamenti pomeridiani a ridosso dei rilievi, associati a rovesci e manifestazioni temporalesche. Temporali pomeridiani interesseranno, probabilmente, anche la nostra Regione, soprattutto le zone interne e montuose, ma non è da escludere qualche occasionale sconfinamento fin verso le zone pedemontane e collinari. E intanto in Scozia sta per arrivare l’ex Uragano Katia che, nelle prossime ore, darà luogo ad un deciso peggioramento delle condizioni atmosferiche con forti venti e piogge intense. Peggioramento che, tra oggi e domani, si estenderà anche sulla Penisola Scandinava.
Tornando al tempo previsto sulla nostra Regione, nelle prossime ore il cielo risulterà inizialmente sereno o poco nuvoloso, ma la tendenza è verso un graduale aumento della nuvolosità nel corso della giornata, a partire dal settore occidentale. Nel corso del pomeriggio saranno possibili annuvolamenti consistenti a ridosso dei rilievi con possibili rovesci e manifestazioni temporalesche, in attenuazione in serata e in nottata. Migliora nella giornata di martedì, ma nel corso del pomeriggio potranno manifestarsi nuovi episodi di instabilità, soprattutto sulle zone montuose, nell’aquilano e sulla Marsica.
Temperature: Stazionarie o in lieve diminuzione, specie nei valori massimi.
Venti: Deboli a regime di brezza o meridionali.
Mare: Quasi calmo o poco mosso con moto ondoso in temporaneo aumento durante le ore centrali della giornata.

error: Content is protected !!