Instabilità in lenta attenuazione ma non mancheranno rovesci pomeridiani nell'aquilano

La nostra Penisola continua a fare i conti con la presenza di un’area di instabilità che favorisce ancora annuvolamenti e rovesci, anche a carattere temporalesco, specie sulle regioni meridionali e sul medio versante adriatico. Nelle prossime ore, dopo una mattinata all’insegna del cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso, anche sulla nostra Regione torneranno a svilupparsi addensamenti sulle zone interne e montuose, localmente associati a temporali, in estensione verso l’aquilano, la Marsica e il vicino Lazio, specie nella seconda metà della giornata. Un ulteriore lento miglioramento è atteso nelle prossime 36 ore, tuttavia gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici evidenziano il possibile arrivo di una perturbazione atlantica a partire da mercoledì sera e nella giornata di venerdì, a partire dalle regioni settentrionali e dal settore tirrenico. Si tratta, tuttavia, di una tendenza da confermare nei prossimi aggiornamenti. L1
Sulla nostra Regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso con annuvolamenti sul settore orientale e sulle zone montuose. In mattinata, inoltre, non si escludono fenomeni di instabilità nel vastese, in attenuazione entro la tarda mattinata. Nel corso della giornata assisteremo a schiarite lungo la fascia costiera, mentre annuvolamenti consistenti tenderanno ad interessare le zone alto-collinari e montuose con rovesci e possibilità di temporali, in estensione verso l’aquilano, la Marsica e il vicino Lazio nel corso del pomeriggio-sera. Attenuazione della nuvolosità in nottata.
Temperature: In aumento, specie nei valori massimi.
Venti: Deboli orientali lungo la fascia costiera, occidentali altrove.
Mare: Generalmente poco mosso.

error: Content is protected !!