Prossima settimana all'insegna dell'instabilità su gran parte della nostra penisola

La situazione meteorologica attuale è caratterizzata dalla presenza di un robusto anticiclone posizionato sull’Europa orientale che si estende fin verso i Balcani e marginalmente verso l’Italia, impedendo di fatto l’ingresso diretto di sistemi nuvolosi di origine atlantica ma, a causa della sua presenza marginale e alla confluenza di masse d’aria fresca in quota, sulle nostre regioni meridionali permangono condizioni di instabilità che, nelle prossime ore, tenderanno ulteriormente ad intensificarsi, favorendo una nuova fase di intenso maltempo su Sicilia e Calabria, dove sono attesi diffusi rovesci e manifestazioni temporalesche anche di forte intensità, con rischio elevato di nubifragi. Ben diversa, attualmente, la situazione meteorologica sulle regioni centro-settentrionali, dove splende il sole anche se durante le ore serali, notturne e al primo mattino sono presenti foschie dense e banchi di nebbie nelle pianure e nelle valli; ma rispetto ai giorni scorsi, masse d’aria umida in quota, in risalita verso le regioni centrali, favoriranno un graduale aumento dell’instabilità anche sulla nostra regione, specie nel pomeriggio-sera, in particolar modo sulle zone interne, montuose e, localmente sul settore collinare, con annuvolamenti e rischio rovesci. Si tratta di un chiaro segnale di un graduale cambiamento della situazione meteorologica a favore di un ulteriore aumento dell’instabilità su gran parte delle nostre regioni, a causa dell’ingresso di corpi nuvolosi di origine atlantica che, dal Mediterraneo occidentale, si avvicineranno alla Sardegna e alle restanti regioni nei primi giorni della prossima settimana: situazione, questa, che favorirà annuvolamenti diffusi, formazioni temporalesche di forte intensità sulla Sardegna, sulle regioni tirreniche, sulle regioni meridionali e, occasionalmente, sulle regioni centrali, Abruzzo compreso. Non è possibile elaborare una previsione dettagliata per i prossimi giorni, tuttavia è molto probabile assistere ad un graduale peggioramento del tempo a partire dalla mattinata di lunedì, ad iniziare dal settore meridionale, in estensione verso le restanti zone nel pomeriggio-sera, con rovesci, occasionalmente a carattere temporalesco. Da monitorare, inoltre, la tendenza per mercoledì-giovedì a causa dell’avvicinamento di corpi nuvolosi provenienti dal Mediterraneo occidentale: vedremo.
Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo poco nuvoloso con foschie dense al mattino, specie nelle pianure e nelle valli, mentre nel corso del pomeriggio assisteremo ad un graduale aumento della nuvolosità sulle zone interne, collinari e montuose con possibili rovesci, in temporanea attenuazione in serata e in nottata. Nella giornata di lunedì assisteremo ad un graduale peggioramento delle condizioni atmosferiche a partire dalla tarda mattinata e nel corso del pomeriggio-sera, con rovesci a partire dal Chietino e dall’Alto Sangro, in estensione verso le restanti zone entro la serata.
Temperature: In aumento, specie nei valori massimi,
Venti: Deboli dai quadranti orientali con rinforzi lungo la fascia costiera; occidentali sulle zone montuose ed interne.
Mare: Poco mosso o localmente mosso durante le ore centrali della giornata.

error: Content is protected !!