Venti occidentali in intensificazione dalle prossime ore, peggiora sul settore occidentale ma da lunedì pomeriggio l’aria fredda in arrivo favorirà annuvolamenti e rovesci sul settore adriatico

La situazione meteorologica è caratterizzata dalla presenza di correnti atlantiche che, nelle prossime ore, tenderanno ulteriormente ad intensificarsi, favorendo un graduale peggioramento delle condizioni atmosferiche sulle zone appenniniche, dove è atteso un graduale rinforzo dei venti occidentali che determineranno anche un temporaneo aumento delle temperature sul settore adriatico. E dopo una mattinata all’insegna del bel tempo pressoché ovunque sulla nostra regione, nel pomeriggio-sera assisteremo ad un graduale aumento della nuvolosità sulla Marsica, nell’Aquilano e sulle zone montuose, dove non si escludono occasionali precipitazioni; atteso anche un progressivo rinforzo dei venti sulle zone appenniniche e sul settore orientale (raffiche localmente superiori ai 60-80 Km/h), dove le temperature subiranno un graduale aumento, anche se si tratterà di una fase temporanea in quanto, a partire dal pomeriggio di lunedì, giungeranno masse d’aria fredda sull’Adriatico che determineranno un peggioramento sul settore orientale e costiero della nostra regione, con annuvolamenti, rovesci sparsi e temperature in diminuzione.

Immagine al visibile ricevuta dal satellite NOAA-18 intorno alle 08.37 ci mostra l’arrivo di correnti atlantiche che, nelle prossime ore, favoriranno una progressiva intensificazione dei venti occidentali ed un aumento della nuvolosità anche sulla nostra regione.

Nei prossimi giorni non cambierà di molto la situazione meteorologica, la nostra regione continuerà ad essere influenzata da masse d’aria fredda che porteranno un clima decisamente invernale con annuvolamenti e possibilità di precipitazioni sul settore orientale e costiero, nevose al disopra dei 900-1000 metri, ma occasionalmente a quote lievemente inferiori.

Mappa delle precipitazioni previste nel pomeriggio-sera di lunedì, fonte WXCHARTS.EU

Tra mercoledì e giovedì sembra probabile un ulteriore peggioramento delle condizioni atmosferiche a causa del transito di una nuova perturbazione atlantica che darà luogo a precipitazioni su gran parte del territorio regionale, nevose al disopra dei 1000-1300 metri: vedremo.

Lascia un commento

error: Content is protected !!