Inizio di settimana caratterizzato da residue condizioni di instabilità provocate da masse d’aria fredda in arrivo dai vicini Balcani. Temperature in calo, possibili rovesci nevosi fino a bassa quota nelle prossime ore ma migliora da martedì

Come anticipato nei precedenti aggiornamenti, la nostra penisola è tornata ad essere influenzata da masse d’aria fredda provenienti dai vicini Balcani, legate all’azione di un vasto nucleo di aria gelida che, in questi ultimi giorni, ha raggiunto l’Europa orientale, la Grecia e la Turchia, provocando copiose nevicate e temperature sensibilmente al disotto delle medie stagionali. Il temporaneo spostamento verso la Grecia e il Mar Ionio del vasto nucleo di aria gelida, favorirà l’arrivo di masse d’aria fredda nelle prossime ore, con conseguente ulteriore calo delle temperature e annuvolamenti associati a precipitazioni sparse, dalle Marche alla Puglia, nevose fino a bassa quota, ma più probabili sulle zone pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico. Da martedì la situazione tenderà progressivamente a migliorare a causa dell’espansione di una vasta area di alta pressione che si estenderà su gran parte dell’Europa centro-occidentale e che proteggerà la nostra penisola dall’arrivo di perturbazioni atlantiche, tuttavia residue infiltrazioni di aria fredda potranno favorire annuvolamenti sul Molise e sulla Puglia anche nella giornata di martedì.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso con annuvolamenti consistenti sulle zone montuose, pedemontane e collinari che si affacciano sul versante adriatico, dove non si escludono precipitazioni sparse, nevose al disopra dei 500-600 metri, con quota neve in graduale calo intorno ai 300-400 metri entro il pomeriggio-sera. Non si escludono deboli rovesci nevosi anche a quote più basse nel pomeriggio e nel tardo pomeriggio, specie nel Pescarese e nel Chietino, in miglioramento in nottata e nella giornata di martedì. Sul settore occidentale il cielo risulterà poco nuvoloso con annuvolamenti che potranno interessare la Valle Peligna e l’Alto Sangro con possibili precipitazioni sparse, nevose sull’Alto Sangro. Da stasera/notte è previsto un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche che proseguirà nella giornata di martedì.

Temperature: In ulteriore diminuzione, specie nel pomeriggio-sera.

Venti: Deboli dai quadranti nord-orientali con possibili rinforzi lungo la fascia costiera.

Mare: Generalmente mosso o molto mosso.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!