Atteso nuovo peggioramento nelle prossime ore, già in atto sul settore occidentale della nostra regione, ma stasera-notte possibili nuove nevicate a quote molto basse o pianeggianti anche sul settore adriatico

Come anticipato nei precedenti aggiornamenti, dopo l’ingresso di masse d’aria fredda provenienti dai vicini Balcani che hanno determinato un generale abbassamento delle temperature ed episodi nevosi fino a bassa quota, la situazione meteorologica tenderà nuovamente a peggiorare a causa del transito di un veloce sistema nuvoloso diretto principalmente verso le regioni centro-meridionali tirreniche che, tra stasera e le prime ore della mattinata di lunedì, favorirà un nuovo richiamo di masse d’aria fredda verso le regioni centro-meridionali adriatiche. Di conseguenza, dopo una mattinata all’insegna del cielo nuvoloso e temperature molto basse, con deboli nevicate sulla Marsica e nell’Aquilano (attese ancora nelle prossime ore, localmente di moderata intensità sulla Marsica e sull’Alto Sangro), dal tardo pomeriggio-sera, annuvolamenti torneranno a formarsi sull’Adriatico centrale, in estensione verso l’Abruzzo, il vicino Molise e la Puglia.

Immagine al visibile del satellite NOAA-18

Alla base dei dati attuali torneranno a manifestarsi situazioni favorevoli a nevicate fino a quote molto basse, intorno ai 200-300 metri ma, occasionalmente, in nottata, anche a quote più basse o pianeggianti, specie nel Pescarese e nel Chietino, ma se fenomeni nevosi potranno manifestarsi inizialmente anche nel Teramano. Si tratterà ancora una volta di un peggioramento piuttosto veloce a cui farà seguito un nuovo miglioramento delle condizioni atmosferiche ad iniziare dal Teramano e dall’Alto Aquilano, in estensione verso le restanti zone entro la serata-nottata di lunedì, con temperature in ulteriore diminuzione e gelate diffuse, anche in pianura.

Nevicate sono attese, dunque, nelle prossime ore sulla Marsica, nell’Aquilano (già in atto da stamattina), con fenomeni localmente più consistenti sulla Marsica e sull’Alto Sangro, mentre a partire da stasera assisteremo ad un nuovo peggioramento nel Teramano, Pescarese e Chietino con rovesci sparsi ma nevosi fino a quote molto basse, 200-300 metri. In nottata e nelle prime ore della mattinata di lunedì, come anticipato in precedenza, non si escludono episodi nevosi fino in pianura e localmente anche lungo le aree costiere, specie nel Pescarese e nel Chietino, ma si tratterà di un peggioramento piuttosto veloce a cui farà seguito un nuovo rapido miglioramento dal pomeriggio.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L1

 

 

Lascia un commento

error: Content is protected !!