Una perturbazione atlantica in spostamento verso la Sardegna e verso le regioni meridionali favorirà un graduale aumento dell’instabilità e temperature in calo anche sulla nostra regione

La nostra penisola è interessata dal transito di una perturbazione atlantica, attualmente posizionata sulle regioni settentrionali e sulla Toscana, in spostamento verso la Sardegna e verso le regioni meridionali nel corso delle prossime ore, perturbazione che, nella giornata di ieri, ha favorito un deciso rinforzo dei venti di Libeccio (Garbino sul versante adriatico) sulle nostre regioni centrali e temperature in temporaneo aumento. Nelle prossime ore il Libeccio sarà sostituito da masse d’aria più fredda, in discesa dalle regioni settentrionali e dai vicini Balcani, che determineranno un graduale aumento dell’instabilità e temperature in diminuzione sul settore adriatico di Marche, Abruzzo e Molise soprattutto nel pomeriggio-sera. Possibili rovesci e manifestazioni temporalesche anche sul settore orientale e costiero della nostra regione, con probabili nevicate intorno ai 1000-1200 metri, specie nel tardo pomeriggio e in serata, tuttavia la tendenza è verso un graduale ma temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche nella giornata di venerdì, mentre sabato potrebbero manifestarsi ancora annuvolamenti nel Pescarese, nel Chietino e sul vicino Molise con possibili precipitazioni, in attesa dell’arrivo di una veloce ma intensa perturbazione di origine nord atlantica, sospinta da masse d’aria fredda di origine polare marittima che, tra domenica sera e lunedì, attraverserà la nostra penisola, favorendo la formazione e l’approfondimento di un vortice depressionario a cui sarà associata una fase di maltempo anche sulle regioni centrali con forti venti, rovesci diffusi, temperature in calo e persino nevicate inizialmente anche a quote collinari, specie su Marche e Abruzzo. Da lunedì sera situazione in deciso miglioramento ad iniziare dalle Marche, in estensione verso le restanti zone entro la mattinata di martedì.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso con annuvolamenti consistenti sul settore orientale e lungo la fascia costiera. Nel corso della giornata è prevista una graduale intensificazione della nuvolosità nel Teramano e nel Pescarese, ad iniziare dal settore costiero, con rovesci, possibilità di temporali, in estensione verso il Chietino e verso le zone montuose entro la serata. A causa del progressivo calo delle temperature, non si escludono nevicate sui rilievi al disopra dei 1000-1200 metri, specie sui rilievi che si affacciano sul versante adriatico. Nella giornata di venerdì è previsto un temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche.

Temperature: In diminuzione, anche sensibile rispetto alla giornata di ieri, specie sul settore adriatico.

Venti: Inizialmente deboli o moderati dai quadranti occidentali, specie sulle zone montuose, in rotazione nel corso del pomeriggio-sera dai quadranti nord-orientali, con rinforzi lungo la fascia costiera.

Mare: Generalmente mosso o molto mosso.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L1

Lascia un commento

error: Content is protected !!