La giornata di mercoledì sarà caratterizzata da condizioni di instabilità, più accentuata sul settore occidentale, tuttavia non mancheranno annuvolamenti, rovesci e temporali anche sul settore adriatico

La nostra penisola continua ad essere interessata da condizioni di instabilità favorite dalla presenza di una perturbazione sulle regioni centrali, in graduale attenuazione ma in spostamento verso le regioni meridionali: di conseguenza nelle prossime ore le regioni centrali continueranno ad essere interessate da annuvolamenti, rovesci possibili temporali, più probabili sulle Marche, sulle zone interne di Abruzzo e Molise ma con possibili annuvolamenti associati a manifestazioni temporalesche anche sul settore adriatico di Abruzzo e Molise, specie nella seconda metà della giornata. Rispetto a quanto annunciato nei precedenti aggiornamenti, la posizione più settentrionale dell’intera figura di bassa pressione ha scongiurato, almeno nella prima fase, intensi rovesci sul settore adriatico della nostra regione, tuttavia non ha risparmiato le Marche dove, nelle prossime ore saranno ancora presenti annuvolamenti, rovesci e possibilità di temporali, in estensione ed intensificazione anche sul settore centro-occidentale della nostra regione. A partire da stasera-notte saranno ancora possibili rovesci sul settore adriatico di Abruzzo, Molise e Puglia, tuttavia la tendenza è verso un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche nella seconda metà della giornata di giovedì, ad iniziare dalle Marche, in estensione verso le restanti regioni. Alla base dei dati attuali, inoltre, dal pomeriggio di giovedì a domenica, la rimonta di un promontorio di alta pressione dovrebbe garantire tempo stabile e clima decisamente più gradevole, senza la sabbia in sospensione in quota.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni iniziali di cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso con possibili annuvolamenti intensi associati a rovesci e a manifestazioni temporalesche sparse, localmente di moderata intensità, inizialmente probabili sul settore orientale (Chietino e Pescarese), tuttavia la tendenza è verso un ulteriore peggioramento delle condizioni atmosferiche sulle zone collinari, alto collinari, montuose, sulla Marsica, nell’Aquilano, sull’Alto Sangro e, dal pomeriggio, anche sulle zone collinari del Pescarese e del Chietino, con rovesci e manifestazioni temporalesche, localmente di forte intensità, più frequenti sulle zone interne e sul settore occidentale, dove non si escludono occasionali grandinate. Nella seconda metà della giornata, inoltre, aumenterà la probabilità di fenomeni anche sul settore costiero e sulle zone collinari prossime alla costa, almeno fino alle prime ore della mattinata di giovedì, con venti settentrionali in rinforzo.

Temperature: In diminuzione, specie nella seconda metà della giornata.

Venti: Settentrionali lungo le coste e sulle zone collinari, occidentali o sud-occidentali sulle zone interne e montuose. Da stasera-notte tenderanno nuovamente a provenire dai quadranti settentrionali, rinforzando.

Mare: Generalmente mosso con moto ondoso in graduale aumento.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

L1

Lascia un commento

error: Content is protected !!