Fine settimana caratterizzato da tempo stabile e prevalentemente soleggiato con possibili annuvolamenti e temperature in graduale aumento

La nostra penisola continua ad essere interessata dalla presenza di un promontorio di alta pressione di matrice nord africana che si estende soprattutto sulle regioni meridionali e sulle nostre isole maggiori, mentre veloci impulsi di aria fresca in transito sull’Europa centro-orientale hanno favorito episodi di instabilità sull’arco alpino centro-orientale e, nelle prossime ore, determineranno un lieve calo delle temperature sulle regioni adriatiche, in attesa della nuova espansione del promontorio di alta pressione verso le nostre regioni centro-meridionali a partire da domenica e nei primi giorni della prossima settimana, che darà luogo ad un progressivo aumento delle temperature, specie sulle zone interne e nelle principali valli che si affacciano sul versante adriatico, con afa in ulteriore intensificazione lungo le aree costiere. Gli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici, inoltre, evidenziano un probabile cambio di circolazione a favore dell’arrivo di masse d’aria fresca provenienti dall’Europa centro-settentrionale che, se confermate, determineranno un generale calo delle temperature e un deciso aumento dell’instabilità anche sulle nostre regioni adriatiche a partire da giovedì. Si tratta, ovviamente, di una tendenza da confermare nei prossimi aggiornamenti.

Sulla nostra regione si prevedono condizioni generali di cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso con possibili addensamenti a ridosso dei rilievi, specie durante le ore centrali della giornata e nel corso del pomeriggio, in attenuazione in serata e in nottata; foschie al mattino lungo le aree costiere, in attenuazione nel corso della mattinata. Anche la giornata di domenica sarà caratterizzata dal bel tempo ma con possibili annuvolamenti al mattino (nubi medio-alte e stratificate), mentre nel pomeriggio saranno possibili addensamenti consistenti sui rilievi, in miglioramento in serata e in nottata. Temperature in progressivo aumento, specie sulla Marsica, nell’Aquilano, sulla Valle Peligna e nelle principali valli che si affacciano sul versante adriatico, con valori massimi che potrebbero raggiungere e localmente superare i +36°C/+38°C. Temperature meno elevate lungo le aree costiere dove, tuttavia, l’afa tenderà ad intensificarsi, specie durante le ore serali, notturne e al primo mattino.

Temperature: Stazionarie o in lieve diminuzione nei valori massimi sul versante adriatico. In aumento sul settore occidentale della nostra regione.

Venti: Deboli dai quadranti orientali o nord-orientali in rinforzo lungo la fascia costiera. Occidentali sulle zone interne e montuose.

Mare: Generalmente poco mosso con moto ondoso in temporaneo aumento durante le ore centrali della giornata.

Giovanni De Palma – AbruzzoMeteo

Lascia un commento

error: Content is protected !!